L’isola dal cuore selvaggio.

Ho fatto ritorno la scorsa settimana da un’isola che sembra un paradiso terrestre.  Maldive, Seicelle, Caraibi? Si chiederà qualcuno. No. Corsica! Tra mare e montagna, la Corsica riserva davvero molte sorprese.                                                                            Chi la visita si trova a esplorare un patrimonio naturalistico mozzafiato. Non c’è da stupirsi quindi, che Il Parco Naturale Regionale copra i due terzi della sua superficie e ci si muova tra riserve naturali e siti protetti. Boschi profumati, montagne di granito rosso, mare turchese: una  perla del Mediterraneo!                   Chi ama fare passeggiate e trekking troverà pane per i suoi denti, infatti, l’isola permette escursioni che offrono ai visitatori un punto di vista impareggiabile sulla natura corsa: i sentieri Da Mare a Mare (da ovest a est), Tra Mare e Monti (da nord a sud) e ancora il famoso GR20, (uno dei sentieri più difficili e spettacolari d’Europa) sono dei modi indimenticabili per scoprire la natura corsa. Non essendo degli escursionisti avanzati, io e il mio compagno ci siamo limitati a percorrere soltanto alcuni spezzoni di questi sentieri, che richiedono anche parecchi giorni per essere percorsi per intero. Ciò non ci ha impedito di confrontarci con indimenticabili panorami e incontri inusuali con animali: come la famiglia di maialini che passeggiava in fila indiana su una spiaggia, le numerose mucche che attraversano indisturbate le strade provinciali (a volte rischia di essere pericoloso!) e il fortunato avvistamento di un esemplare di salamandra in riva al fiume. Insomma, chi si reca nell’”isola verde” solo per il mare e le spiagge commette veramente un grosso errore e si perde molto.                               L’unico rimpianto che ci resta di questo viaggio è di non esserci addentrati troppo nell’entroterra corso, ma ci sarebbe voluto molto più tempo e noi avevamo soltanto due settimane. Nonostante ciò l’auto al ritorno segnava 2.500 Km in più! Torneremo sicuramente per esplorare quello che abbiamo tralasciato!