Settembre: il mese del decluttering.

Il mese di settembre ha sempre stimolato in me una gran voglia di fare ordine e di dar via le cose inutilizzate, quasi a esteriorizzare un’esigenza di rinnovamento che sempre si fa sentire alla soglia dell’autunno. Navigando un po’ in rete mi sono resa conto che è così anche per molte altre persone. Sono quindi ben felice di accogliere la proposta di Minimo e Tascabile ed eleggere settembre mese del decluttering!

Il neologismo la dice lunga: “clutter” in inglese significa “disordine”, quindi letteralmente “decluttering” starebbe a significare “liberarsi del disordine”, “far piazza pulita”. Il termine anglosassone, ultimamente molto in voga, si riferisce a un’attività che comunemente molti di noi già praticano, soprattutto nei cambi di stagione. Si tratta di liberarsi degli oggetti superflui, quelli che non si utilizzano più, ma anche di quelli che ci legano troppo al passato. A volte, infatti, leghiamo alcuni oggetti alle nostre emozioni e ai nostri ricordi e anche se inutilizzati, non riusciamo a liberarcene.

Il decluttering diventa quindi un’attività terapeutica e rigenerante perché in questo modo si fa ordine dentro e fuori. Gettando o regalando gli oggetti che non si utilizzano più, si libera energia vitale stagnante: il beneficio è assicurato!

Facendo una semplice ricerca su google ci s’imbatterà in tecniche e decaloghi per liberarci di quello che non ci serve. In alcuni Paesi si organizzano addirittura dei corsi per imparare a fare decluttering! Sono dell’idea che estremizzazioni e generalizzazioni siano sempre dietro l’angolo e che bisogna affidarsi al proprio buon senso.

Personalmente prima di liberarmi di un oggetto mi faccio due domande: “Quand’è l’ultima volta che l’ho usato? Quando prevedo di riutilizzarlo?”. Semplice, no? Per quanto riguarda gli oggetti che teniamo esclusivamente “per ricordo”, credo che tutti dovremmo imparare a far vivere in noi i nostri ricordi e non a legarli a degli oggetti. Io per prima sto imparando a farlo ora e lo reputo un processo di crescita personale.